Tag Archives: dinosauri

Soffiare sul castello di carte

Anche se sono molto pigra, e stasera particolarmente stanca, ci tenevo a scrivere due righe prima di un giorno tanto atteso come l’inizio dei corsi alla City.

Non so nemmeno da che parte prenderla, perché tanti sono i significati che questa cosa si porta appresso; umani, professionali e tutto quanto c’è in mezzo.

Oggi mi sento tranquilla, perché ormai mi abituata all’idea delle opportunità che ho di fronte. Mi sono ambientata, ho una casa decente, fiducia ed entusiasmo: sono pronta. Ma ricordo la me del passato, così tristemente uguale a tanti altri professionisti o potenziali tali del presente.

Mi ricordo le parole che sentivo di continuo e mi facevano sentire strana, come se fossi l’unica a pensare che così non andava bene e avevo il sacrosanto diritto di dirlo a voce alta.

L’Italia che mi ha stampato il biglietto aereo è piena di sussurri e strizzatine d’occhi, di voci che ti dicono devi essere più flessibile, devi essere paziente, devi resistere per amore della Patria.

L’Italia che lascio con un brivido di gioia è quella dei giornali che sono inutili fogli d’opinione, che raccontano storie personali di gente di cui non frega un accidente a nessuno. In queste redazioni la notiziabilità è cosa distorta e abbrutita, prona a quanto secondo chi comanda dovrebbe piacere alla gente.

In questo paese non sanno cosa voglia dire il fact checking, l’onestà intellettuale di lavorare con precisione e professionalità e l’umiltà di non mettere la firma.

Il giornalismo figlio degli intellettuali del Novecento, che vede confluire nel proprio stagno scrittori falliti, egocentrici sociopatici, tifosi che scrivono di pallone perché non sono riusciti a fare il calciatore, è un mondo che non mi appartiene.

Ma oggi non mi basta essermelo tolto dalle scatole, questo era solo il primo passo. Da ora in avanti, quello che bisogna fare è schiacciarlo con la nostra creatività. Siamo capaci di lavorare meglio di loro, non siamo più disposti a fare una cosa sbagliata solo perché ci viene ordinata, possiamo innovare e fare impresa producendo più valore e ricchezza di quanto chi tira i fili oggi potrà mai fare.

Cari colleghi, in Italia o all’estero, siamo nati in un periodo difficile, ma forse gli ostacoli più alti si parano davanti solo a chi può superarli. Sono convinta che possiamo distruggere questa dittatura dei dinosauri che ci impesta il futuro. Dobbiamo solo renderci conto che è possibile, che se l’hanno fatto altri possiamo riuscirci anche noi; il loro potere è un castello di carte che crollerà in un soffio.

Questo è il mio augurio alla me stessa di domani, e soprattutto a ciascuno di voi.